Come usare il microfono?

Come usare il microfono?

30 Gennaio, 2019 0 Di Karaeasy

Ciao a tutti ragazzi! Oggi parleremo di una cosa importante e cioè parleremo di come usare il microfono. Questo è molto importante perché spesso, soprattutto quando si è all’inizio si sbaglia a posizionare il microfono quindi adesso diremmo come usare il microfono. Nelle tecniche di ripresa della voce si possono usare dei microfoni con diverse caratteristiche polari. Adesso facciamo l’esempio di un coro che si ritrova per registrare. In questo caso ritorna la domanda: come usare il microfono? In questo caso ci dobbiamo collocare intorno al microfono omnidirezionale in circolo, in questo modo consentiamo ai cantanti di cantare come dal vivo e diamo vita ad un’equilibrio tra le voci autoregolando i propri livelli ed i propri timbri. Come usare il microfono o due microfoni? possiamo decidere di usare due microfoni con capsule cardioide che puntano in direzioni divergenti per questa stessa attuazione. Il microfono omnidirezionale possiamo usarlo anche soltanto per un cantante.
Come usare il microfono per regolare il bilanciamento tra la voce diretta ed il suono dell’ambiente? Basta regolare la distanza che c’è tra il cantante ed il microfono. In più se il cantante si ritroverà in una sala dove l’ambiente e la riverberazione è buona e contribuisce positivamente all’effetto che si vuole ottenere, il microfono omnidirezionale riuscirà a riprendere il suono della sala insieme alla voce del cantante in maniera ottima.

Come usare il microfono e come usare la tecnica di isolamento:

Di solito per fare sì che la voce sia diretta bisogna che il cantante sia il più vicino possibile al microfono così verrà ripresa di più la voce rispetto al suono dell’ambiente.
Come usare il microfono e come usare la tecnica di isolamento: La tecnica più usata per la registrazione della voce fa sì che venga ripresa soltanto la voce. Questa tecnica richiede infatti l’isolamento ed un microfono unidirezionale.
Come usare il microfono e come usare la tecnica di isolamento: Per ottenere bene la tecnica di isolamento abbiamo bisogno dei baffle o degli schermi acustici che vengano posizionati intorno al cantante come se fosse in un involucro oppure con altre modalità che riducano al minimo il suono riflesso dalla sala. Anche perché solo un leggio per gli spartiti può causare riflessi che ritornano al microfono. Per riprendere il suono completo della voce è importante che l’asse del microfono sia allineato con un punto tra il naso e la bocca del cantante.
Per usare il microfono al meglio bisognerebbe posizionarlo un po’ fuori asse per evitare il rimbombo nella ripresa provocato dal respiro o i “pop” dovuti alle consonanti esplosive oppure si può usare un filtro anti-pop per rimuovere del tutto il problema.
Abbiamo visto come usare il microfono e la tecnica di isolamento. Su questo bisogna dire che di solito le registrazioni professionali della voce vengono effettuate in una cabina di isolamento con un microfono a condensatore cardiode, ma ci sono anche altri metodi per la registrazione della voce.

Come usare il microfono in un gruppo Rock?

Un cantante di un gruppo rock potrebbe sentirsi a disagio in un ambiente isolato perché abituato a cantare in ambienti molto rumorosi con dei diffusori a terra come punti di riferimento. Questa situazione che si crea dal vivo fa si che il cantante canti più forte ma questa situazione non si può ricreare in cuffia. In questi casi si usa una tecnica diversa, il cantante canta dentro la regia dello studio. Questa è una bella modalità per i project studio che sono forniti di un unico spazio.
In un ambiente così possiamo prendere un microfono con caratteristica polare supercardioide insieme ai monitor che troviamo nello studio. Il cantante si deve posizionare di fronte ai monitor per sentire il mix della musica e della voce allo stesso tempo. Se il retro del microfono lo puntiamo tra un monitor e l’altro, con i monitor che sono orientati all’angolo di annullamento del microfono, la caratteristica polare supercardioide del microfono ci consentirà di non riprendere la maggior parte del suono che proviene dai monitor.